Città Teatro | associazione teatrale

Da un dialogo virtuoso fra l'Unione della Valconca, i Comuni e le associazioni culturali del territorio nasce La Valle dei Teatri - Rete Teatrale Valconca, con l’obiettivo di sostenere il valore delle singole realtà e, contemporaneamente, sviluppare un lavoro comune di promozione dei teatri e dei paesaggi, naturali e culturali.

Nella valle del fiume Conca, nella Romagna del sud, è facile accorgersi dell’esistenza di numerosi presidi culturali: Teatri Abitati da artisti e operatori che da anni svolgono un’intensa e qualificata attività.

I teatri attivi della Valconca si sono confrontati sul desiderio e la possibilità di costituire un nuovo progetto culturale che permetta di ottimizzare e capitalizzare le diverse esperienze e favorire nuove relazioni fra i teatri e le comunità.



gemelle        natale gemmano



www.reteteatralevalconca.it


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì, 16 Dicembre 2016 10:18

Vella e Pasqualon al Teatro Villa

Il Resto del Carlino 16.12.2016
Vella e Pasqualon al Teatro Villa

carlino16 12 2016

 

Venerdì, 09 Dicembre 2016 10:25

Officine Melampus al Teatro Villa

La Voce 9.12.2016
Officine Melampus al Teatro Villa

LaVoce9 12 2016

 

IL PONTE 11.12.2016
Noir e comicità: grazie Rimini per l'attenzione

IlPonte11 12 2016

 

CORRIERE ROMAGNA 1.12.2016
Al Villa quattro comici, un palco, un microfono

CorriereRomagna1dic2016

 

Chi siamo

Città Teatro è un'associazione teatrale nata dall'unione di artisti già attivi nel territorio della provincia di Rimini. Fondata nel 2012 come cooperativa teatrale, nel 2015 si è trasformata in associazione della quale attualmente fanno parte Francesca Airaudo, Mirco Gennari e Giorgia Penzo, artisti provenienti da La Compagnia del Serraglio e Maan Ricerca e Spettacolo. Città Teatro si occupa di produzione spettacoli, formazione, direzione artistica e organizzativa di rassegne, eventi e progetti site-specific.

TRASPARENZA

iscrizione newsletter

Questo sito utilizza cookie. Visitandolo ne accetti l'utilizzo.