Unici

Unici
Le famiglie d’arte nel teatro italiano del Novecento

Convegno di studi a cura di Simona Brunetti, con la collaborazione di Giorgia Penzo (Città Teatro) 
28-29 novembre 2017
Università degli Studi di Verona- Dipartimento di Culture e Civiltà- Viale dell’Università, 4-VERONA

Sin dalle origini del professionismo teatrale le famiglie d’Arte, viaggianti o stanziali, hanno rappresentato per secoli una forma unica e peculiare del Teatro Italiano: i Rame, famiglia milanese dell’indomita Franca, i veneti Carrara, i Pisapia-Fiore, solo per fare degli esempi, sono la diretta discendenza delle gloriose compagnie di giro del teatro Ottocentesco. Oggi i “figli d’Arte” sono pressoché figli “unici”, dal momento che le modalità organizzative e produttive delle compagnie sono radicalmente cambiate.
Tra gli ultimi eredi della tradizione recitativa delle famiglie d’Arte italiane si distinguono significativi tentativi di presentare al pubblico contemporaneo la storia della propria famiglia attraverso singole performance artistiche o spettacoli compiuti, per recuperarne la memoria e preservarne nel contempo le tradizionali tecniche interpretative.
Nelle giornate di studi in programma si prevedono due distinte sessioni di lavoro animate da studiosi, attori e operatori del settore, che approfondiranno con lezioni, testimonianze orali o registrate due questioni essenziali per la storia del teatro di tradizione contemporaneo: La sopravvivenza delle famiglie d’Arte nel teatro del ’900 e Il mestiere dell’attore nella tradizione italiana tramandata.
Le giornate di studio si inseriscono in un più ampio progetto a cura dell’Associazione Città Teatro di Riccione che prevede una prima tappa nel mese di Luglio 2017 presso Lari (Festival Collinarea), sede della compagnia Scenica Frammenti, con spettacoli e riprese video della famiglia d’arte Seghizzi-Barone; una tappa centrale a Novembre a Verona con le giornate di studio a cura di Simona Brunetti (Università di Verona) e Giorgia Penzo (Città Teatro); infine una terza tappa a Rimini, fra Novembre e Dicembre presso la Piccola Stagione del Teatro Villa. 

Vai alla pagina del progetto sul sito dell’Università di Verona >

Foto
Condividi articolo...