Città Teatro

Stagione in corso

La nuova stagione del Teatro Villa riparte per stupire e per tornare a nutrire di sogni, poesia e risate le nostre vite! Una stagione che rilancia, con nomi amati dal pubblico e nuove scoperte su cui vogliamo investire, come sempre convinti che a Teatro si deve andare per divertirsi, riflettere, crescere. Cadere non è un dramma, non c’è altro da aggiungere, solo: sipario!

Prima parte / novembre- dicembre 2021
Shakespearology

Ouverture stagione
Domenica 14 Novembre 2021 ore 18.30
Sotterraneo
SHAKESPEAROLOGY
concept e regia Sotterraneo
in scena Woody Neri
scrittura Daniele Villa
produzione Sotterraneo- sostegno Regione Toscana, Mibact- residenze artistiche Centrale Fies_art work space, CapoTrave/Kilowatt, Tram–Attodue, Associazione Teatrale Pistoiese

Il Teatro ci è mancato tanto! Per tornare in sala coi migliori auspìci, abbiamo voluto come Nume Tutelare il più grande teatrante di tutti i tempi, maestro della costruzione drammaturgica, della scrittura del personaggio, della direzione degli attori, della creazione di una relazione con lo spettatore: WIlliam Shakespeare!

Shakespearology è un one-man-show, “un’incursione dissacrante ed esilarante nella figura di William Shakespeare” (V. De Simone, La Repubblica) che dà voce al Bardo in persona e cerca di rovesciare i ruoli abituali: dopo secoli passati a interrogare la sua vita e le sue opere, finalmente è lui che dice la sua, interrogando il pubblico del nostro tempo.

Il collettivo artistico Teatro Sotterraneo, nato nel 2005 a Firenze, è tra le più importanti e premiate realtà del teatro contemporaneo (Premio Lo Straniero e Premio Ubu Speciale -2009; Premio Hystrio Castel dei Mondi -2010; Silver Laurel Wreath Award / MESS Festival di Sarajevo -2011; Eolo Award -2012; ACT Festival Prize e BE FESTIVAL 1st Prize -2012; Premio Ubu Spettacolo dell’anno -2018..) e spazia dalla ricerca sui classici alla scrittura originale , facendosi applaudire in italia e all’estero.

A seguire : Brindisi Inaugurale


La contessa riceve alle 5

Sabato 27 Novembre 2021 ore 21.00
Città Teatro
LA CONTESSA RICEVE ALLE 5
di Loris Pellegrini e Francesca Airaudo
con Francesca Airaudo
direzione tecnica Nevio Cavina
costumi e decor Paul Mochrie
Nuova produzione Città Teatro 2020 – con il contributo della Regione Emilia Romagna

Isotta ha due “genitori” letterari ben riconoscibili: Franca Valeri e Alberto Arbasino. Della Franca, o per meglio dire: dei suoi personaggi, Isotta ha l’aplomb perfetto; dell’Alberto, o per meglio dire: dei personaggi dei suoi romanzi, Isotta ha la verborrea cólta, la fusion culturale, la capacità sublime di parlare per ore non si sa bene di che cosa ma, certo, con elegante disinvoltura. La contessa Isotta ci fa ridere, ma ridiamo come quando ci riflettiamo in uno specchio deformante: in realtà stiamo ridendo di noi stessi. Il discorso ininterrotto di Isotta, se non ci fermiamo alle apparenze, è come il rumore della ruota del tempo: può far ridere il suo cigolìo, ma in realtà è la colonna sonora che ci accompagna nel nostro viaggio verso la fine. Di noi? Del mondo in cui ci muoviamo? Non fa nessuna differenza: il nulla, come il vuoto, è quello che è: niente. Ma per viverlo ci tocca riempirlo. E le chiacchiere di Isotta questo fanno…


Arle-chino traduttore-traditore di due padroni

Sabato 4 Dicembre 2021 ore 21.00
Shi Yang Shi
ARLE-CHINO TRADUTTORE-TRADITORE DI DUE PADRONI
di Cristina Pezzoli e Shi Yang Shi
regia Cristina Pezzoli
clown coach Rosa Masciopinto
Nidodiragno Produzioni con il sostegno di Sogetest

Yang è un cinese alto: 189 cm. Yang è un cinese bello. Yang non sa chi è. Oggi è attore di Teatro, cinema e tv, inviato speciale delle Iene; ma Yang è nato a Jinan, nel Nord della Cina, nel 1979. A 11 anni è arrivato in Italia insieme alla madre: è stato lavapiatti, venditore ambulante di erbe e unguenti cinesi sulle spiagge, studente bocconiano, traduttore simultaneo per ministri, imprenditori e registi internazionali di cinema. Come molti ragazzi di seconda generazione conosce poco sia la storia della sua ‘vecchia patria’ che della nuova; è obbligato a trovare nuovi equilibri e sintesi tra le due culture. Nel libro Cuore di seta (Mondadori–2017), racconta la sua avventura e come, grazie al Yuanfen (il fato, secondo la cultura cinese) abbia conosciuto Ferruccio Soleri e usato proprio la sua maschera del pantalone per l’audizione alla P. Grassi, abbandonando la Bocconi a 4 esami dalla laurea. Come “servitore” del dialogo interculturale, è stato in prima linea a Prato per 7 anni grazie al progetto Compost guidato dalla grande Cristina Pezzoli. Il clown che è in lui -e che è alla base del suo essere crocevia di identità – ha spezzato a sua volta la parola italiana “Arlecchino”, dandogli un nome giocoso con gli occhi a mandorla. Arle-chino, infatti, è il primo spettacolo prodotto in Italia con un protagonista di origine cinese.


La versione di Barbie

Sabato 18 dicembre 2021 ore 21.00
Alessandra Faiella
LA VERSIONE DI BARBIE – Monologo comico ad alto contenuto satirico
tratto dal libro La versione di Barbie-Ma quali favole ci hanno raccontato?

Dalla Bella Addormentata a Biancaneve fino ad arrivare a lei, la Barbie, la donna perfetta. E noi no, noi siamo tutt’altro che perfette. Noi ci barcameniamo tra lavoro, carriera, figli, mariti, amanti, palestre ed estetiste, ossessionate dall’idea di una perfezione che non riusciremo mai a raggiungere. E allora? E allora smettiamo di lamentarci e prendiamo in mano la nostra vita. Attraversando con piglio ironico e dissacrante l’itinerario di formazione della donna di oggi dalla nascita alla morte, Alessandra Faiella invita a uscire fuori dal tunnel della finta emancipazione, poiché il sonno della ragione che ha già generato troppi mostri. Alessandra Faiella è una scrittrice, attrice e formatrice. Dal debutto con Dario Fo e Franca Rame parte una lunga carriera nei locali del cabaret italiano che la porta presto in TV, prima con Frassica-Faletti poi con Zelig, Buldozer e infine con la Gialappa’s. A fine anni 90’ è solista nei programmi di Serena Dandini, Chiambretti, Bignardi e poi ancora a Colorado, per tornare negli anni recenti al Teatro, con le colleghe Rita Pelusio, Claudia Penoni e Margherita Antonelli, ma anche con Max Pisu, Marina Massironi, Lucia Vasini..: questa Signora del Comico ci regalerà una lezione di Teatro con uno dei suoi spettacoli più famosi.


Alessandro Ciacci dal vivo – Fine anno edition

Mercoledì 29 Dicembre ore 21.00
speciale Pre-pre-Capodanno con brindisi di addio al 2021
ALESSANDRO CIACCI DAL VIVO – FINE ANNO EDITION
di e con Alessandro Ciacci

Per la serie “chi non muore si rivede”, Alessandro Ciacci torna sul palco del Teatro Villa con nuovo materiale inedito. Uno spettacolo caleidoscopico, di più!, flaubertiano, sul nulla, fondato sulla forza dello stile e dell’effimero irripetibile. (- Ciacci ma non è quello che lei ha sempre fatto?- Si faccia gli affari suoi.) Uno spettacolo comico che intende rivendicare le sue (parole in) libertà, divertire (mai ripetendosi) lì-e-in-quel-momento, liberato dal senso, dalle unità aristoteliche e dal giogo della punch line. Con il pubblico gran protagonista, ca va sans dire, accanto ai testi, chiamato in causa in momenti precisi per suggerire pensieri, parole, opere, omissioni su cui improvvisare. Niente oltre, niente di più, se non: ci sarà da ridere, in tutti i sensi. Non ci resta che esserci. Alessandro Ciacci, tra i 20 stand up comedian italiani più divertenti, secondo Style Magazine, da anni nel cast di programmi tv del canale Comedy Central e Zelig. All’attività di stand-up comedian affianca quella di attore e regista teatrale, drammaturgo e scrittore. “…Dentro a Ciacci ci sono i Monty Python, c’è Woody, c’è Noel Coward.. in lui si agita anche qualcosa di Achille Campanile, un che di Marcello Marchesi, un po’ di Ennio Flaiano. E non parlo solo della scrittura, dello stile di Ciacci.ed Dico che Alessandro Ciacci pare immaginato da Campanile, scritto da Marchesi e fatto agire da Flaiano…” (Paolo Cananzi, autore televisivo, sceneggiatore).


Stagione Gennaio/ Maggio
Mirco Gennari

SPECIALE DIALETTO D’AUTORE
Sabato 29 Gennaio ore 21.00
Domenica 30 gennaio ore 17.00
Nuova produzione Città Teatro
IPER
di Francesco Gabellini
con Mirco Gennari
Musiche originali e sonorizzazione dal vivo Marco Mantovani
A cura di Gianluca Reggiani

Un uomo qualunque, povero di qualsiasi virtù, frequenta con regolarità il centro commerciale vicino a casa sua (da qui il titolo Iper). Ma una sera, perso fra gli scaffali, il nostro rimane chiuso dentro senza riuscire a spiegarsi come possa essere accaduto. Decide però di restare all’interno dove, insieme a una strana dimora, trova la vera felicità. Tutto è a sua completa disposizione, e può osservare i clienti senza che nessuno lo veda. Tutto procede per il meglio fino a quando lo sorprenderà una strana vicissitudine legata alle radici dello stesso ospite. Iper nasce dalla frequentazione coatta dell’autore di ipermercati o grandi magazzini e dalla lettura di un libro in particolare, il famoso saggio della antropologo francese Marc Augé Non luoghi.

Dopo la versione radiofonica prodotta per il Comune di Rimini nel dicembre 2020, IPER arriva sul palco in versione reading con le musiche originali e la sonorizzazione dal vivo di Marco Mantovani. Il testo è pubblicato nella raccolta Zimmer Frei, cinque monologhi per il teatro di Francesco Gabellini, ed. il Vicolo, Cesena.


A TEATRO CON MAMMA E PAPA’ – pomeriggi a teatro per tutti
In vacanza con la strega

Domenica 13 Febbraio ore 17.00
Città Teatro
IN VACANZA CON LA STREGA
con Giorgia Penzo

Mai ha tredici anni e non vuole più andare a scuola. La madre, preoccupata, decide di mandarla a stare dalla nonna per un po’, in una bella casetta nella campagna giapponese sul limitare dei monti. La nonna è una signora molto speciale, si dice sia la strega dell’Ovest: sa raccogliere le erbe selvatiche, conosce il linguaggio degli animali e al suo passaggio succedono cose che lasciamo increduli. Sarà pronta Mai ad affrontare le sue paure attraverso il duro addestramento da strega? Una fiaba fantastica, commovente e divertente, ispirata dal libro di Kaho Nashiki Un’estate con la strega dell’Ovest.


Fellini spiegato ai bambini

Domenica 27 Febbraio ore 17.00
Città Teatro
FELLINI spiegato ai bambini
con Mirco Gennari

Tutti conoscono Federico Fellini. Be’, mica vero… Forse qualche bambino ne avrà sentito parlare, ma sapere chi è e cosa ha fatto è un’altro paio di maniche! In fondo Federico era un gran burlone, anzi, di più: un gran lunatico. Aveva la testa piena di personaggi strani, un po’ veri e un po’ no, e li metteva tutti nei suoi film. C’è lo zio matto che si arrampica sugli alberi, c’è il cieco che suona la fisarmonica, c’è il nonno che ha paura della morte, c’è il fratello scemo che non ne combina una giusta, c’è Gelsomina che suona la tromba… E poi ci sono i clown! Anzi: “il” clown, perché ce n’è uno solo, in fondo, e siamo tutti noi.


Mattia e il nonno

Domenica 13 Marzo ore 17.00
Factory Compagnia
MATTIA E IL NONNO
dal romanzo omonimo di Roberto Piumini
con Ippolito Chiarello
adattamento e regia Tonio De Nitto

Mattia e il nonno è un piccolo capolavoro scritto da Roberto Piumini, uno degli autori italiani più apprezzati della letteratura per l’infanzia. In una lunga e inaspettata passeggiata, che ha la dimensione forse di un sogno, nonno e nipote si preparano al distacco, a guardare il mondo, a scoprire luoghi misteriosi agli occhi di un bambino, costellati di incontri magici e piccole avventure pescate tra i ricordi per scoprire, alla fine, che non basta desiderare per ottenere qualcosa, ma bisogna provare e soprattutto non smettere mai di cercare. In questo delicato passaggio di consegne il nonno insegna a Mattia, giocando con lui, a capire le regole che governano l’animo umano e come si può fare a rimanere vivi nel cuore di chi si ama. Una tenerezza infinita è alla base di questo straordinario racconto scritto con dolcezza e grande onirismo. Un lavoro che ci insegna con gli occhi innocenti di un bambino e la saggezza di un nonno a vivere la perdita come trasformazione e a comprendere il ciclo della vita. Premio Eolo come miglior spettacolo 2020 e menzione speciale della giuria al Festival Festebà nel 2021.


Una strana consegna

Domenica 20 Marzo ore 17.00
Francesco Tonti e Alex Vignoto
UNA STRANA CONSEGNA
di e con Francesco Tonti e Alex Vignoto
Assistente alla regia Francesco Damiano
Organizzazione e tecnica Alessandra Quadrelli
Regia Luca Regina

Prendi una coppia di facchini impacciati, alcune scatole misteriose, un cliente che non si fa trovare e il gioco è fatto. La consegna è indirizzata all’antica compagnia di arti circensi de Calvis. Sembra una giornata qualunque per i due lavoratori della ditta di traslochi, ma non lo sarà affatto. Una serie di strani episodi traccia la storia comica e magica dei due protagonisti che scoprono un mondo pieno di sorprese e iniziano a divertirsi come pazzi. Ecco il gioco, la follia e la libertà del clown che prendono vita, conditi da numeri di giocoleria, sorprese bizzarre, scene di mimo e teatro d’oggetto. Ricalcando le caratteristiche della coppia comica dei clown bianco e augusto, i due scatenano le risate fin dai primi istanti dello spettacolo per condurre gli spettatori ad un finale inaspettato.

CON LA CLASSE A TEATRO – Marzo – Aprile 2022

spettacoli per scuole materne, elementari, medie
Per info e prenotazioni giorgia.penzo@cittateatro.it

SAGGI DI FINE CORSO

COMICO – VENERDI’ 22 APRILE
TEEN BOTA  SABATO 23 APRILE
GIOCOVILLA DOMENICA 24 APRLE

La piccola stagione del Teatro Villa è organizzata da Città Teatro e dal Comune di San Clemente (RN), con il contributo della Regione Emilia Romagna.

CREDITI

Biglietti:

  • Spettacoli Teatro Comico e dialetto d’autore: Intero 12,00€ Ridotto e residenti San Clemente 10,00€
  • Serata speciale pre-Capodanno con brindisi augurale: biglietto unico 12,00€
  • A Teatro con mamma e papà: Intero 7,00€, ridotto fino a 14 anni 5,00€
  • Saggi di fine corso Ingresso unico 7,00€
  • Con la classe a Teatro (matinée per le scuole): biglietto unico 7,00€ (gratuito per insegnanti accompagnatori) su prenotazione: (giorgia.penzo@cittateatro.it)

Abbonamento: 4 spettacoli a scelta € 40,00 (escluso spettacolo di Pre-capodanno)

Biglietteria, prenotazioni e prevendita

I biglietti sono in vendita il giorno dello spettacolo presso la cassa del Teatro Villa. La biglietteria apre un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Prenotazioni telefoniche e mail: tel 391-3360676 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13).
mail: teatrovilla@cittateatro.it (specificando nome, numero di posti e spettacolo)

E’ inoltre possibile acquistare i biglietti in prevendita presso: Edicola Pensieri & Parole, via Tavoleto 1801, S. Andrea in Casale (di fianco al Conad City), tel. 0541-989400

Riduzioni: Iscritti ai laboratori del Teatro Villa, Carta DocPer, YoungERcard, Valle dei Teatri Card, riduzioni di legge (under 18, over 65, invalidi, militari).

Accesso agli spettacoli regolato dal possesso di Green pass e dalle vigenti norme anticovid.

Teatro Giustiniano Villa- via Tavoleto 69, frazione Sant’Andrea in Casale San Clemente (RN)

Informazioni tel 391-3360676 (dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13).

www.cittateatro.it/teatrovilla – FB: Città Teatro

____________________________________________________________________________

LABORATORI TEATRO INVERNALI/ Ottobre – Dicembre 2021 e Gennaio – Aprile 2022

LABORATORIO TEATRO COMICO – Adulti
Docenti: Francesca Airaudo e Giorgia Penzo
Tutti i martedì dalle 20.30 alle 22.30

TEEN BOTA : WINTER EDITION – ragazzi dagli 11 ai 16 anni
Docente Giorgia Penzo
tutti i mercoledì dalle 17.00 alle 18.30

TEATRO GIOCO VILLA – Bambini dai 6 ai 10 anni
Docente Mirco Gennari
Tutti i giovedì dalle 17.00 alle 18.30

PRESENZA SCENICA per insegnanti, cantanti relatori
Docente Davide Schinaia
Tutti i Giovedi dalle 20.30 alle 22.30

COMEDY LAB – LA SCRITTURA COMICA
Docente Alessandro Ciacci
Tutti i Mercoledì dal 17 Novembre al 15 Dicembre con possibilità di prosecuzione

TEATRO D’ARTE – piccola accademia di Commedia dell’arte
Docente Giorgia Penzo e insegnanti ospiti (Maschera – canto – mimo – improvvisazione -recitazione)
Due sabati al mese dalle 14.30 alle 18.30

LEZIONI INDIVIDUALI Public Speaking – preparazione relatori – casting
Su prenotazione

Con il contributo di

Condividi articolo...